2010 – C’è ancora la nebbia?

Date: dal 9 ottobre al 14 novembre 2010

Tema: C’è ancora la nebbia?

Questa la domanda che deve servire da spunto di riflessione per gli artisti che partecipano all’edizione 2010 del concorso.

Una domanda ironica e provocatoria che affonda le sue radici nell’appartenenza alla un tempo nebbiosa pianura padana in cui nasce il concorso, ma che mira ad andare oltre i confini geografici per toccare alcuni nodi centrali dell’arte, e ancor più dell’arte contemporanea: il legame fra tradizione e modernità e fra natura e urbanizzazione, il cambiamento, la metamorfosi e, naturalmente, la visione.

Dal fenomeno effimero e impalpabile ma al tempo stesso solido e concreto della nebbia hanno origine infatti le infinite suggestioni della percezione visiva e dell’immaginazione umana, suggestioni a cui sono legati i temi della visione/incapacità di visione, della forma e dell’indistinto, del visibile e dell’invisibile, per arrivare infine a sfiorare l’eterno tema della visione dell’ivisibile.

Gli artisiti invitati: 

Giuseppe Spagnulo, Marcello Morandini, Mariella Bettineschi, Fausto Bertasa, Dimitri Kozaris, Mario Airò, Liliana Moro, Alessandra Spranzi, Marcello Maloberti, Adrian Paci

I giovani talenti selezionati:

Franco Ariaudo, Filippo Berta, Rita Casdia, Andrea Cerruto, T-Yong Chung, Emma Ciceri, Martina Della Valle, Loredana Di Lillo, Clara Luiselli, Stefano Lupatini, Daniele Maffeis, Giovanni Ozzola, Alessandro Quaranta, Marco Strappato, Edoardo Valle

La commissione:

Sara Fontana (critico e storico dell’arte), Tullio Leggeri (presidente di ALT), Mons. Giuseppe Sala, Paolo Furia (responsabile dei Beni Culturali della Cassa Rurale di Treviglio), Ambrogio Franco Forcella (architetto), Alessandro Frecchiami (collezionista), Daniela Ciocca (assessore alla cultura del Comune di Treviglio), Riccardo Riganti (direttore del Museo Civico di Treviglio), Sara Albergoni (ufficio cultura – segreteria del Premio)

I vincitori:

Alessandro Quaranta, Edoardo Valle

GALLERIA IMMAGINI

PDF DA SCARICARE:

Lascia un Commento